mercoledì 29 luglio 2015

Massaggiatori prostatici - forme strambe per oggetti divertenti

E' forse uno degli argomenti tabù per eccellenza, soprattutto tra gli uomini etero.
Con questo articolo spero di incuriosirvi, sia che siate uomini o donne, perchè questi sono ottimi giochi per giocare anche in due, di qualsiasi sesso siate!



Per primo vi presento Duke un adorabile massaggiatore prostatico disegnato dalla fun factory.
La sua buffa forma si adatta perfettamente all’anatomia dell'uomo. E' un vibratore, con tre diversi programmi, che riesce a dare all'uomo orgasmi molto più intensi e duraturi di quelli procurati dalla semplice penetrazione.
La tecnologia Click’n’Charge consente brevi tempi di ricarica ed un uso prolungato.
Lo consiglio anche a gente del tutto inesperta e che vuole provare la penetrazione anale, ma consiglio un piccolo training prima con qualche plug più piccino o con le dita.

Questo massaggiatore prostatico si chiama Eupho Syn e permette di raggiungere un orgasmo anale  completamente diverso da quello che si prova con la penetrazione tradizionale,  la curva anatomica segue perfettamente quella della prostata esercitando una maggiore spinta che permette di svuotarla completamente, amplificando l'intensità. 
Il design è molto sottile e la sua punta  ampia garantisce un maggiore comfort derivato non solo dalle linee ma anche dallo strato di silicone morbido.
Eupho Syn permette di allenare i muscoli dello sfintere. L'azienda che lo produce è la Aneros.

Infine ecco Revo2, della Nexus, caratterizzato da una testa che ruota in maniera indipendente all'interno del corpo, facendo così un massaggio profondo e accurato alla prostata, e un potente braccio esterno vibrante.
E' adatto sia per principianti che per i più esperti.
Revo2 viene fornito in dotazione di cavo USB per poterlo ricaricare con PC e MAC, custodia e manuale utente.

Questi sono solo tre, di un'infinita serie di giocattoli maschili!

giovedì 23 luglio 2015

Sex Toys e statistiche - Una tesi produttiva!

A dicembre 2014 ho pubblicato su fb un questionario che mi è stato molto utile per le ricerche legate alla mia tesi di laurea (per chi non lo sapesse la laurea era in Product Design a Brera e la tesi era sui sex toys, appunto).
Il questionario è stato on line fino a marzo 2015, ma circa il 70% delle oltre 600 persone che hanno partecipato, ha compilato il tutto nel giro di un mese.
Qui di seguito pubblico i risultati, visto che ormai la tesi è stata discussa ed il mio percorso di studi è terminato. Spero che questa mia ricerca possa risultare utile.
Ringrazio le tantissime persone che hanno partecipato.

Cliccate sulle immagini per leggere bene i risultati.







martedì 21 luglio 2015

Igiene e salute

La pulizia dei sex toys è molto importante, soprattutto per la salute sessuale.

Generalmente per la pulizia basta utilizzare acqua tiepida e sapone antibatterico, ma qualche toy potrebbe richiedere più attenzioni.

Alcuni giocattoli in vetro possono essere messi in lavastoviglie, ma si raccomanda di non esporli a temperature troppo alte e di lavarli sempre con acqua e sapone.
I sex toys in acciaio inox si possono far bollire oppure metterli in lavastoviglie, anche questi possono essere lavati semplicemente con acqua e sapone.
 I giochi di plastica non è possibile farli bollire, ma possono essere tranquillamente lavati sempre con acqua e sapone.
Quelli in silicone possono essere messi sul ripiano più alto della lavastoviglie, si possono bollire senza alcun problema per 5-10 minuti o possono essere lavati con acqua e sapone.
I sex toys porosi sono i più difficili da pulire e bisogna quindi fare attenzione, meglio utilizzare acqua e sapone, magari un detergente intimo asciugandoli poi bene, controllando che non siano rimasti liquidi.
Quelli in gomma non possono essere adeguatamente puliti perché i batteri vengono assorbiti dal materiale, per cui si consiglia di usare sempre il preservativo.
CyberSkin e vinile possono essere puliti con acqua calda, asciugati con un phon e poi cosparsi con un po 'di amido di mais (per tenerli asciutti e non appiccicosi).
I giocattoli in nylon, come molti altri,  possono essere messi in lavastoviglie o lavati con acqua e sapone.

In generale bisogna sempre fare molta attenzione quando si lavano questi tipi di oggetti, molti giocattoli hanno componenti elettriche quindi si rischia che vengano rotte o che restino malfunzionanti, oltre al fatto che possono fare danni se vengono usati con le parti elettroniche ancora umide.

lunedì 6 luglio 2015

Sesso anale - capitolo III (dildo)

Siamo giunti ad un nuovo capitolo dedicato al sesso anale.
Ho deciso di parlare di dildo e quindi di affrontare il discorso della penetrazione e della preparazione alla penetrazione.
Una buona forma è quella classica, ma con una base larga, in modo che non si possa inciampare in sconvenienti situazioni; un po' come la base del plug. Ce ne sono diversi sia nella base che nel materiale, ma sicuramente iniziare con silicone o gomme è la miglior cosa. I materiali rigidi come acciaio e legno, per le prime volte, non sono molto indicati.
I lubrificanti a base siliconica sono molto adatti, viene spesso sconsigliato l'uso di lubrificanti a base siliconica su silicone, ma per esperienza posso dirvi che non succede nulla. Sicuramente bisogna avere cura di disinfettare e pulire bene il giocattolo dopo averlo utilizzato. I lubrificanti a base d'acqua sono ottimi, ma chi soffre di secchezza rischia di prosciugare in fretta il liquido, con annesso sfregamento poco piacevole.
Vi consiglio di provare la penetrazione con molta calma e con una buona dose di lubrificante.


Questo a destra si chiama Amor Candy Rose ed è della Fun Factory. Alto 13 cm è pratico, versatile e molto facile da inserire, la dimensione è studiata apposta per non intimorire neanche. La base allargata lo rende più maneggevole e sicuro oltre che utilizzabile anche con harness nella modalità strap on.



A sinistra troviamo Jollipop Smooth di nsnovelties. La sua base a ventosa permette vari utilizzi,dal dildo anale dotato di base di sicurezza a dildo classico posandolo su una qualsiasi superficie liscia, Jollipop è in completo TPE, un tipo di elastomero realizzato principalmente con gomma naturale priva di ftalati, resistente ai raggi UV e facilmente adattabile al calore del corpo.


Sei interessata/o agli altri articoli sul sesso anale?
Ecco qui i link capitolo I, capitolo II